news menu leftnews menu right
Concorso interno 1400 Vice Ispettori Concorso interno 1400 Vice Ispettori Concorso interno, per titoli di servizio ed esami, a 1400 posti per l'accesso alla qualifica di Vice Ispettori - la prova scritta si svolgerà il giorno 29 gennaio 2015 con inizio alle ore 8.00 press...
I Reparto Mobile di Roma. Mancata corresponsione del buono pasto I Reparto Mobile di Roma. Mancata corresponsione del buono pasto Mancata corresponsione del buono pasto di euro 7,00 in occasione delle frequenti chiusure della mensa obbligatoria di servizio, cosi come previsto dalla legge. Replica alla nota n.557/RS/01/100/2/1533...
Revisione presidi - no a chiusura selvaggia e giù le mani dalla sicurezza dei cittadini! Revisione presidi - no a chiusura selvaggia e giù le mani dalla sicurezza dei cittadini! Ieri pomeriggio, presso il Dipartimento della P.S. si è tenuta la riunione tra le scriventi OO.SS. ed una delegazione dell’Amministrazione, guidata dal Vice Capo della Polizia con funzioni Vicarie Pre...
No a protocolli operativi privi di concretezza No a protocolli operativi privi di concretezza I Sindacati dicono basta all’abbandono dei Poliziotti a sé stessi La riunione tenutasi il giorno 6 u.s. al Dipartimento della P.S. tra i vertici dello stesso ed i Sindacati di Polizia, ha avuto come a...

Concorso interno 1400 Vice Ispettori

alt

Concorso interno, per titoli di servizio ed esami, a 1400 posti per l'accesso alla qualifica di Vice Ispettori - la prova scritta si svolgerà il giorno 29 gennaio 2015 con inizio alle ore 8.00 presso le seguenti sedi: Alessandria, Roma (Ergife), Bari, Brescia, Catania, Cesena, Peschiera del Garda, Piacenza, Spoleta, Trieste, Vibo Valentia. Le predette sedi saranno ufficializzate e pubblicate nel bollettino ufficiale del personale Ministero dell'Interno del 28 novembre 2014.

 
I Reparto Mobile di Roma. Mancata corresponsione del buono pasto

altMancata corresponsione del buono pasto di euro 7,00 in occasione delle frequenti chiusure della mensa obbligatoria di servizio, cosi come previsto dalla legge. Replica alla nota n.557/RS/01/100/2/1533. Con nota pari oggetto del 13 maggio 2014, il COISP ha evidenziato, per l’ennesima volta, le problematiche strutturali della mensa esistente all’interno del I Reparto Mobile della Polizia di Stato di Roma, sottolineando quelle carenze che frequentemente ne compromettono le condizioni igienico sanitarie e la stessa funzionalità, chiedendo l’attribuzione del buono pasto previsto ex art.35 D.P.R. 254/99. Codesto Ufficio inviava in data 25 settembre u.s. una nota di riscontro, in cui riportava, evidentemente, notizie che erano state fornite in modo superficiale ed approssimativo. Nella predetta nota, infatti, si faceva riferimento non a continue chiusure dovute alle diffuse e sostanziali problematiche della mensa del I Reparto Mobile di Roma, bensì a solo due occasioni per pochissimi giorni, quando al contrario il COISP ha riscontri oggettivi per almeno quattro periodi di chiusura (dal 28/01 al 29/01 chiusura per presenza di topi, dal 04/02 al 07/02 chiusura per presenza di topi, dal 07/07 al 25/07 chiusura per lavori al sistema antincendio, dal 25/07 al 01/08 chiusura per pulizia), per complessivi 32 giorni e non per i quattro/cinque giorni indicati in modo fuorviante da codesto Ufficio. Scarica comunicato

 
No a protocolli operativi privi di concretezza

altI Sindacati dicono basta all’abbandono dei Poliziotti a sé stessi La riunione tenutasi il giorno 6 u.s. al Dipartimento della P.S. tra i vertici dello stesso ed i Sindacati di Polizia, ha avuto come apertura la puntualizzazione che “la bozza di provvedimento oggetto della discussione concernente i protocolli operativi era stato predisposto a garanzia dell’Operatore della Polizia di Stato”. L’approfondimento, anche successivo, delle schede che compongono tale provvedimento, hanno evidenziato, invece, una presa di distanza da parte dei vertici del Dipartimento della P.S. dalle esigenze di chiarezza e tutela rivendicate dai Poliziotti e da queste OO.SS. Scarica il comunicato congiunto

 
Revisione presidi - no a chiusura selvaggia e giù le mani dalla sicurezza dei cittadini!

altIeri pomeriggio, presso il Dipartimento della P.S. si è tenuta la riunione tra le scriventi OO.SS. ed una delegazione dell’Amministrazione, guidata dal Vice Capo della Polizia con funzioni Vicarie Prefetto Alessandro MARANGONI relativamente alle attività che il Dipartimento sta ponendo in essere e che riguarda il personale o l’assetto
organizzativo dell’Amministrazione. Il Prefetto Marangoni ha presentato lo studio per la revisione dei presidi e degli uffici della Polizia di Stato su tutto il territorio nazionale in funzione del fatto che la conclamata carenza degli organici, oggi assestata a circa 95.000 unità (che, qualora dovesse permanere il blocco del turn over al 55%, è destinata alle 80.000 unità per il 2020), sulla razionalizzazione delle risorse e dei presidi in considerazione dell’attuale disponibilità di personale e delle esigenze che si devono soddisfare. REVISIONE PRESIDI - NO A CHIUSURA SELVAGGIA E GIU' LE MANI DALLA SICUREZZA DEI CITTADINI - COM. CONG

 
Dal Sap alle sconfitte del Sappinocchio 2.0

altQUANDO LA MISTIFICAZIONE SERVE A COPRIRE GLI INSUCCESSI “Ora capisco perché in queste settimane il mio ex sindacato, cioè il Sap, mi sta mandando una marea di comunicati: cercano di fare confusione, mettendo nel calderone mille argomenti che col tetto stipendiale non c’entrano nulla per nascondere la loro sconfitta”. Domanda: E quale è la sconfitta del Sap? Risposta: “…che il merito dello sblocco del tetto stipendiale è dei Sindacati e dei Cocer mentre il Sappinocchio non ha ottenuto nulla e continua solo a fare confusione!” A dire queste frasi chiarissime non è stato un attivista del Siulp, del Siap, del Silp/Cgil, dell’Ugl Polizia, del Coisp, della Uil Polizia o della Consap, ma uno dei tanti colleghi che erano iscritti al Sap 1.0 e che in questi giorni si sono disdettati, e tutt’ora continuano, dal nuovo Sappinocchio 2.0. Queste frasi ce le siamo sentire dire al termine di una delle tante assemblee nel corso delle quali stiamo
spiegando ai colleghi come stanno veramente le cose sullo sblocco del tetto stipendiale. SCARICA IL COMUNICATO CONGIUNTO

 


credits.